La Donna, la Dea Madre di tutto il Creato apre il percorso di questa performance di voci, suoni, danze, colori, immagini… la Terra – come un ventre materno- genera la vita e regalerà ,alla Terra Sarda, una giudicessa forte e tenace che tanto farà per il popolo sardo e per dare dignità alla donna: Eleonora d’Arborea. Condottiera in un tempo in cui la donna non decideva ma subiva in silenzio: bocca nascosta, voce inespressa, occhi spauriti.

Un suono e un tuono preludono alla Vita che nasce. Una donna si contorce tra mille tormenti. Ha subito costrizioni, violenze…ma un’altra donna combatterà per lei, con lo scudo della legge (la Carta de Logu) la renderà partecipe della Storia. Potrà finalmente decidere di non legarsi forzatamente all’uomo che l’ha presa con la forza, potrà ereditare, potrà essere protagonista.

Eleonora D'Arborea

LocationSantulussurgiu - Oristano
Anno2011

Voce: Daniela Porru
Danza: Cristina Locci
Scenografia: Marcella Cappai
Dipinti : Serena Fazio

Vedi anche

Precedente
Successivo